31 Agosto 2013: Juventus – Lazio

Attraverso il Canale Youtube del nostro amico Gobbomaltese vi proponiamo un gustoso amarcord di questa data odierna.

É il 31 Agosto 2013 e Juventus e Lazio si sfidano nella seconda giornata del girone di andata del Campionato di Serie A 2013-14 allo ‘Juventus Stadium’ di Torino.

Assistiamo ad una Juventus tutta record questa guidata in panchina dal ‘gladiatoreAntonio Conte. Ammiriamo la Juve dei 102 punti finali che strapazza tutti! Ovviamente conquista così il suo trentaduesimo scudetto. Pensate che l’Inter (fermatasi ad un onorevole quinto posto) finisce a ben quarantadue (42!) punti di distacco dalla squadra Campione d’Italia.

 

A voi il video

Buona Visione!

Seguite il Canale del Gobbomaltese ed iscrivetevi :

 

 

 

Stagione 2013-2014 – Campionato di Serie A – 2 andata
Torino – Juventus Stadium
Sabato 31 agosto 2013 ore 20:45
JUVENTUS-LAZIO 4-1
MARCATORI: Vidal 14, Vidal 26, Klose 28, Vucinic 49, Tevez 80

JUVENTUS (3-5-2): Buffon, Barzagli (Ogbonna 82), Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner (Isla 79), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah, Tevez, Vucinic (Quagliarella 82)
A disposizione: Storari, Caceres, Motta M., Peluso, De Ceglie, Padoin, Giovinco S., Pepe, Llorente
Allenatore: Antonio Conte

LAZIO (4-4-1-1): Marchetti, Cavanda (Floccari 72), Novaretti, Cana, Radu, Gonzalez, Biglia (Ledesma C. 65), Hernanes, Lulic, Candreva, Klose (Ederson 82)
A disposizione: Bizzarri, Strakosha, Dias, Biava, Onazi, Keita B., Pereirinha, Vinicius Freitas, Rozzi
Allenatore: Vladimir Petkovic

ARBITRO: Tagliavento
AMMONIZIONI: Bonucci 25 (Juventus); Hernanes 38, Hernanes 63 (Lazio)
ESPULSIONI: Hernanes 63 (Lazio)

 

Così nasce una Leggenda

Una panchina in Corso Re Umberto, uno dei viali nobili nel centro di Torino. Vi si ritrova un gruppo di amici uniti dalla passione per il football, quel gioco così speciale, da poco “importato” dall’Inghilterra. C’è un’idea che li stuzzica: fondare una società sportiva che proprio nel football abbia la sua ragione d’essere. I ragazzi studiano al Liceo Classico Massimo D’Azeglio, sono istruiti e il più grande tra loro non supera i 17 anni. Per questo il nome che scelgono, in latino, significa “gioventù”. Quel nome è Juventus. È il 1 novembre del 1897. Loro ancora non lo sanno, ma hanno dato vita a una leggenda.

Nasce così, quasi per gioco, la squadra più gloriosa d’Italia.

 

INTANTO VI RICORDIAMO I NOSTRI PROFILI SOCIAL OLTRE AL NOSTRO BLOG: