Il Capitano e’fiducioso per la sfida contro i giallorossi

Il nostro capitano Gianluigi Buffon a tre giorni dalla super sfida Juventus-Roma parla a 360gradi in una intervista esclusiva concessa a SportMediaset e Sky Sport.

Ecco per voi alcuni stralci dell’ intervista :

«Juventus-Roma e’ una partita importante. Loro stanno bene e sono fiduciosi e non è certo una sorpresa vederli così in alto, anche perché la Roma ha giocatori di valore internazionale, un ottimo allenatore che stimo molto, ha identità ed esperienza. Non le manca nulla per provare a vincere il titolo. D’altra parte Roma e Napoli, insieme alla Juve, in questi anni hanno dato vita a tanti duelli sportivi e questo significa che i progetti di queste due società stanno dando risultati importanti».

«In questo momento Edin Dzeko è lo stoccatore più pericoloso e si è integrato perfettamente negli schemi di Luciano Spalletti. Probabilmente aveva solo bisogno di un po’ di tempo, anche perché oltre a questo presente ha anche un passato importante che parla a suo favore. Non giocherà Francesco Totti? Quando il capitano dei capitolini non mi gioca contro sono sempre felice. Intanto perché nutro nei suoi confronti una stima illimitata e poi perché ha la medesima classe di quando ha iniziato, anzi, forse in alcune giocate l’ha addirittura affinata. È un punto di riferimento per la squadra e per la città».

«Siamo usciti dal Derby rinfrancati, perché era una gara insidiosa e inoltre nelle ultime partite ci sono stati buoni segnali, che forse può percepire solo chi vive la quotidianità dello spogliatoio, ma che mi rendono molto felice, perché al di là degli aspetti tecnici, ho visto una squadra viva».

«Sul sorteggio di Champions League e’ inutile negare che sarebbe potuta andare peggio, credo sia onesto ammetterlo. Siamo favoriti, ma poi dovremo dimostrarlo in campo, perché sulla carta molte squadre vincono, ma poi steccano al momento della verifica. Rispettiamo molto il Porto che tra l’altro ha eliminato la Roma, quindi ha valori, esperienza e singoli abituati a calcare certi palcoscenici da protagonisti. Certo, l’anno scorso con il Bayern Monaco agli ottavi era andata peggio».

«Per quanto riguarda la SuperCoppa Italiana a Doha contro il Milan e’ una finale e queste partite danno sempre emozioni particolari. Inoltre giocare gare del genere è importante, perché ci si abitua a scontri in cui non c’è appello e si dev’essere subito in partita e quindi può essere utile anche in ottica futura».

«I baffi?? Nessuna scaramanzia. Semplicemente mi stavo facendo la barba e il rasoio si è scaricato lasciandomi una specie di baffo. A quel punto li ho rimodellati e li ho tenuto, ma credo che tra poco sene andranno…».

gigi