Juventus-Genoa

Juventus-Genoa: riviviamola insieme

Attraverso vari filmati e foto tratte da internet vi facciamo rivivere le emozioni, le polemiche e le azioni di Juventus-Genoa. La gara era valevole per la decima giornata del Campionato di Calcio di Serie A TIM 2019-20.

 

IL TABELLINO:

‘Allianz Stadium’ di Torino
Serie A TIM 2019-20 (10a Giornata)
Giovedì 31 Ottobre 2019, ore 21.00
JUVENTUS-GENOA 2-1
RETI: Bonucci 36′ pt, 40′ pt Kouamé, Ronadlo rig. 51′ st

JUVENTUS: Buffon; Cuadrado, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Khedira (16′ st Rabiot), Bentancur, Matuidi (16′ st Ramsey); Bernardeschi (34′ st Douglas Costa); Dybala, Ronaldo
A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Danilo, de Ligt, Demiral, Emre Can, Douglas Costa, Olivieri
Allenatore: Maurizio Sarri

GENOA: Radu; Ghiglione, Romero, Zapata, Ankersen; Schone, Cassata, Agudelo (39′ st Radovanovic); Kouamé (36′ st Sanabria), Pandev (23′ st Gumus),  Pinamonti
A disposizione: Marchetti, Jandrei,  Barreca, Biraschi, Goldaniga, El Yamiq, Jagiello, Saponara
Allenatore: Thiago Motta

ARBITRO: Giua
ASSISTENTI: Valeriani, Santoro
QUARTO UFFICIALE: La Penna
VAR: Calvarese, Di Iorio
AMMONITI: 4′ pt Cassata, 28′ pt Bentancur, 38′ pt Rugani, 6′ st Cassata, 11′ st Pandev, 31′ st Rabiot, 42′ st Rabiot, Bonucci 44′ st
ESPULSI: 6′ st Cassata, 42′ st Rabiot

 

 

https://youtu.be/9nlbm05AeEg

► Instagram : https://goo.gl/4JEzB8

► Facebook : https://bit.ly/2Hpcm1y

📩 jhtvproductions@gmail.com

Un saluto e se il video ti è piaciuto, iscriviti al canale su questo link –

https://www.youtube.com/channel/UCSpnwccG2XfnYG0SNMYTkWA

 

La Gallery di Juventus-Genoa

 

 

In due minuti, presente e futuro della Juventus cambiano radicalmente. Nel recupero, dopo una partita in ombra, doppio episodio con Ronaldo protagonista: prima un gol annullato per fuorigioco, poi rigore conquistato e trasformato all’ultimo respiro. Finisce 2-1 per i bianconeri che restano in testa (di Bonucci e Kouamè gli altri gol), al termine di una gara in cui il Genoa ha messo in difficoltà gli uomini di Sarri.

LA PARTITA Juventus-Genoa

Sarà anche vero che nel calcio contano gli schemi e i calciatori ne devono essere semplici interpreti, però il recupero di Juve-Genoa farebbe sorgere qualche dubbio anche ai più ferventi devoti della religione del collettivo. Per 90 minuti è praticamente tutto alla pari, con un Genoa capace di giocarsela sullo stesso piano degli avversari, con una prestazione abbondantemente negativa di Ronaldo. Poi il doppio lampo. Prima un gol di CR7 giustamente annullato dal Var per fuorigioco, poi un rigore conquistato dal mestiere di Ronaldo e dalla clamorosa ingenuità di Sanabria.

LE PAGELLE di Juventus-Genoa

I TOP 


DYBALA 7
 – La sua stagione è un continuo crescendo. Anche dal punto di vista mentale. Era partito con la voglia di mettersi in mostra a tutti i costi, poi ha fatto capire di trovarsi alla perfezione con Higuain, adesso c’è qualche traccia di una possibile convivenza con Ronaldo. Non che i due si cerchino molto per il momento, anzi. Però la Joya ha capito che deve stare a una certa distanza da CR/, il resto vien da sé. E infatti fin dall’inizio è lui il più pericoloso della Juve.
CUADRADO 6,5 – Gli infortuni degli esterni di ruolo sono stati quasi una fortuna per la Juve, una circostanza che ha consentito a Sarri di completare questa tarsformazione di Cuadrado. Il colombiano oggi interpreta il ruolo meglio di tutti, ha l’incisività che l’anno scorso era garantita da Cancelo quando c’era, ma con meno amnesie difensive.

RONALDO 6 – Tornano in mente le parole pronunciate dal portoghese qualche giorno fa: “Se potessi, giocherei solo le partite importanti cioè quelle di Champions League e quelle della Nazionale portoghese”. Più che un desiderio sembra stia diventando uno stile di vita, un approccio sicuramente non ronaldiano a questo tipo di impegni. Al 74’ si mangia un gol pazzesco di testa, errore anche questo non ronaldiano. Poi però nel recupero conquista e segna il rigore che vale la vittoria e che gli consente di strappare la sufficienza.

BONUCCI 6,5 – Forgiato dall’incubo delle braccia di De Ligt che nelle ultime partite l’hanno fatto soffrire non poco, si adegua agevolmente alle insicurezze di Rugani. Ma nello stesso tempo dimostra personalità e leadership. In pochi minuti fa capire a Bentancur un errore di posizione con un lancio lungo che non è da calcio sarriano, poi fa ad anticipare Radu per il gol dell’1-0.

I FLOP

BERNARDESCHI 5,5 – Continua a essere un problema per questa Juve. Il centrocampo a rombo è stato ridisegnato quasi esclusivamente per lui e per poterlo inserire con continuità. Invece il suo rendimento continua a essere zoppicante, non perché non ci metta buona volontà, ma perché sembra non avere proprio assimilato le idee del suo allenatore. La sua ultima mezz’ora in crescendo va forse più a incidere sulle considerazioni future nei suoi confronti più che sull’immediatezza della partita.

BENTANCUR 5 – Non ci siamo proprio. In generale il giocatore ha anche un suo valore assoluto, che però non viene dimostrato minimamente in questo ruolo così nevralgico per il calcio sarriano. Il regista non lo può fare, comunque non lo può fare in questo tipo di squadra.

RUGANI 5 – E pensare che dovrebbe conoscere a memoria ogni comandamento di Sarri, essendo stato valorizzato proprio a Empoli dall’attuale condottiero bianconero. Dal quel Rugani a questo Rugani però c’è un abisso in negativo, che porta a preoccupanti cali di tensione e a errori elementari che tolgono tranquillità al resto della squadra

tratto liberamente da Serie A, Ronaldo riporta la Juve in vetta: 2-1 al Genoa

 

INTANTO VI RICORDIAMO I NOSTRI PROFILI SOCIAL OLTRE AL NOSTRO BLOG :