Riviviamo Juventus-Sampdoria

Attraverso filmati tratti da internet vi proponiamo la gara valevole per la trentaseiesima giornata del Campionato di caclio Italiano Serie A TIM 2019/20. Riviviamo Juve-Sampdoria.

 

Il Tabellino della partita:

Domenica 26 Luglio 2020 ore 21.45
Serie A TIM 2019/20 – 36esima Giornata
‘Allianz Stadium’ Torino

JUVENTUS-SAMPDORIA 2-0
RETI: Ronaldo 51′ pt, Bernardeschi 22′ st

JUVENTUS: Szczesny; Danilo (29′ st Bernardeschi), de Ligt (33′ st Rugani), Bonucci, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic (33′ st Bentancur), Matuidi; Cuadrado, Dybala (40′ st Higuain), Ronaldo

A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Demiral, Ramsey, Muratore, Olivieri, Zanimacchia
Allenatore: Maurizio Sarri

SAMPDORIA: Audero; Tonelli, Chabot (22′ st Leris), Yoshida; Depaoli, Linetty, Jankto (28′ st Gabbiadini), Thorsby, Augello; Ramirez (46′ st Maroni), Quagliarella

A disposizione: Seculin, Falcone, Rocha, Murru, Ferrari, Bertolacci, Askildesn, Bonazzoli, La Gumina
Allenatore: Claudio Ranieri

ARBITRO: Fourneau
ASSISTENTI: Giallatini, Costanzo
QUARTO UFFICIALE: Piccinini
VAR: Banti, Alassio

AMMONITI: 47′ pt Thorsby, 51′ pt Tonelli, 21′ st Jankto, 32′ st Thorsby, 41′ st Rabiot, 43′ st Depaoli
ESPULSI: 32′ st Thorsby

 


 

La Cronaca della Partita:

Ronaldo e Bernardeschi stendono la Samp: la Juve è campione d’Italia

All’Allianz Stadium finisce 2-0: è lo scudetto numero 36, il 9° consecutivo. Infortunio per Dybala

La Juventus batte 2-0 la Sampdoria e conquista il 36° scudetto (ndr 38!!) della sua storia, il 9° consecutivo. Dopo aver fallito il primo match-point contro l’Udinese, all’Allianz Stadium i bianconeri non sbagliano e chiudono la pratica con 2 turni d’anticipo. Ronaldo (31° centro) sblocca la gara al 52′ del primo tempo con un rasoterra, poi fallisce un rigore all’89’. Al 67′ il bis di Bernardeschi. Nota stonata l’infortunio a Dybala: c’è ansia per la Champions.

LA PARTITA

La Juve continua nel suo strapotere sul suolo italiano ed è sempre più nella leggenda. Era solo questione di tempo, ma alla fine Maurizio Sarri a 61 anni è riuscito a coronare il sogno di una vita. Uno scudetto sofferto, anche se mai troppo in bilico, il più anomalo della storia, assegnato per la prima volta il 26 luglio alle ore 23.42. Contro una Samp volenterosa e ordinata ci ha pensato il solito Cristiano Ronaldo, non solo bomber sempre più implacabile, ma anche cinico nel scegliere quando segnare. Proprio al tramonto di un primo tempo giocato piuttosto male, con pochissime occasioni create, il fenomeno portoghese conclude al meglio lo schema su punizione studiato a tavolino con Pjanic e indirizza la sfida dell’Allianz. L’esultanza non è la solita e CR7 non nasconde un certo disappunto per il gioco espresso.

 

LE PAGELLE BIANCONERE

Ronaldo 7,5 – E’ sempre lui a togliere le castagne dal fuoco e lo fa proprio all’ultimo secondo del primo tempo, lasciato colpevolmente solo dalla difesa blucerchiata. Il gol numero 31 vale lo scudetto, poi mette lo zampino anche nel raddoppio di Bernardeschi. Unico neo il rigore fallito nel finale.

Rabiot 7 – Nel primo tempo solo le sue accelerazioni accendono la Juve. Il gol di CR7 nasce da una punizione provocata dal francese. Ottimo in interdizione, dopo il lockdown è un altro giocatore.

Szczesny 7 – Il portiere polacco si deve essere stufato di raccogliere palloni in fondo al sacco come nelle ultime uscite e torna la solita saracinesca. Sempre attento, dice no a Ramirez ed è miracoloso su Quagliarella.

 

tratto liberamente da Ronaldo e Bernardeschi stendono la Samp: la Juve è campione d’Italia (Sportmediaset)

 

 

 

 

INTANTO VI RICORDIAMO I NOSTRI PROFILI SOCIAL OLTRE AL NOSTRO BLOG :

Facebookhttp://facebook.com/juventuslastoriasiamonoi

Instagramhttp://instagram.com/juventuslastoriasiamonoi

Twitterhttp://twitter.com/storia_juventus